Sponsor

Facebook

Feedelissimo – sito che pubblicizza gratuitamente i nostri contenuti.
WebShake – tecnologia Cerca su webshake... Directory SEO Webshake »

Meizu 16th, il nuovo top di gamma

Meizu 16th e il nuovo smartphone top di gamma dell’ ormai famosa azienda cinese. Questo Meizu 16th non deve essere confuso con Meizu 16, essendo totalmente un’ altra tipologia di smartphone. L’ azienda cinese, concorrente di Xiaomi, ha tutte le carte il regola per cercare di contrastare il successo del suo alterego cinese. Meizu 16th , hardware Innanzitutto, questo Meizu 16th monta un processore Snapdragon 845 octa core da 2.8 GHz. Il Meizu 16th verrà prodotto in 2 versioni, una da 6 GB di RAM con 64 GB di ROM ed una con 8 GB e 128 GB di ROM.  Meizu 16th , la connettività Il carrellino estraibile può ospitare 2 nanoSim ma purtroppo non c’ è spazio per nessuna microSD. La connettività di questo Meizu 16th è ottima con un bluetooth 5.0, la banda LTE per una ricezione e navigazione ottimale, una scheda wifi dual band, purtroppo manca l’ NFC e, sinceramente, è una scelta molto strana per un’ azienda importante come Meizu. Meizu 16th , il display Il display è un 6 pollici SuperAmoled con risoluzione Full HD +. La luminosità è buona ed anche la regolazione automatica è ottimale. L’ immagine arriva quasi interamente ai bordi del display Meizu 16th , la fotocamera La fotocamera di questo Meizu 16th, come del resto per tutti i modelli cinesi, non è ottima. La fotocamera posteriore è dotata di 12 mega pixel e da una fotocamera secondaria da 20 mega pixel che funge da zoom ottico 2x. La fotocamera frontale è dotata di un sensore da 20 mega pixel di ottima qualità. L’ HDR automatico è ottimo e riesce a...

GeForce GTX 1080 TI, ancora la migliore?

La scheda video Nvidia GeForce GTX 1080 TI, uscita ormai quasi un anno fa è ancora la migliore scheda video sul mercato? Prossimamente Nvidia annuncerà le schede grafiche di nuova generazione, quindi probabilmente la GeForce GTX 1080 TI dovrà cedere il passo al nuovo che avanza ma per ora è ancora una delle migliori schede video presenti sul mercato, a giudicare anche dal prezzo, non propriamente accessibile a tutti. Oltre ad Nvidia, presto anche AMD annuncerà le sue nuove Radeon, quindi la competizione per decidere quale sarà la scheda grafica migliore sarà ancora più dura ma a noi, per ora, interessa parlarvi della GeForce GTX 1080 TI. GeForce GTX 1080 TI, le caratteristiche tecniche Questa scheda video è progettata e realizzata per un’ esperienza di gioco veramente realistica. Oltre al mondo games, questa scheda grafica, grazie alla sua potenza, può essere utilizzata nel mining delle cryptovalute. L’ unico neo è il prezzo veramente proibitivo, infatti, direttamente sul sito della Nvidia, c’è scritto che il suo costo di listino è di 759,00 euro , anche se non è acquistabile al momento perchè risulta essere esaurita. Potete trovarla su Amazon al prezzo di 900,00 euro  più o meno. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, questa scheda video ha una memoria GDDR5X da 11 Gbps di ultima generazione e un capiente frame buffer da 11 GB, di seguito tutte le caratteristiche complete della GeForce GTX 1080 TI. Architecture: Pascal; GPU Name: GP102-400; Transistor: 12 miliardi; Process: 16 nm; Cores: 3584; Boost Clock: 1.6 GHz; Memory: 11 GB GDDR5X; Memory Interface Width: 352 bit; TDP: 250 Watts; Emilio Brocanelli...

Microsoft Surface Book 2, Recensione

Appena arrivato sul mercato, si è già fatto notare per la sua raffinatezza. Sto parlando del nuovo Microsoft Surface Book 2, laptop di categoria che ha stupito tutti per le dimensioni e sicuramente anche per il prezzo. Il nuovo laptop Microsoft, infatti, riesce a costare ben 100 dollari in più del competitor iOs offrendo, tuttavia, qualcosa in più. Innanzitutto, il supporto per il touch, un display con una risoluzione più alta ed una scheda grafica più potente. Mica male, no? Più grande del primo Surface Book nella versione da 15 pollici, Surface Book 2 è sia un pc che un tablet e ciò lo rende estremamente interessante. In pratica, è due macchine in una. Ricalca il design del predecessore e lo modernizza. Ecco un po’ di caratteristiche tecniche: CPU: Intel Core 17-86s0U DA 1,9 Ghz. Grafica: Intel UHD Graphics G20 Nvidia Force GTX 1060. RAM: 16 GB Schermo: display PixelSense da 15 pollici Porte: 2 USB 3.1, 1 USB 3.1 Type-C, SD, jack audio 3,5 mm, 2 Surface Connect. Connettività: XBOX Wireless, WI-FI, Bluetooth 4.1. Fotocamera: posteriore da 8 MP 1080 p e frontale da 5 Megapixel. In fondo il nuovo Surface Book 2 sembra simile, certamente, al MacBook Pro, ma non è cosi. Il display rimovibile lo rende un tablet e la sua maneggevolezza, unita al supporto XBOX, ne fa una XBOX ONE in miniatura anche per giochi in movimento. Grazie alla nuova scheda grafica Nvidia, il nuovo modello Microsoft supporta i giochi VR e ciò, chiaramente, fa la differenza. Tra i difetti, vi è sicuramente un grosso problema con l’alimentatore, già riscontrato col primo laptop Microsoft. Quello...
Recupero password Gmail , scopriamo come

Recupero password Gmail , scopriamo come

Può capitare che, a causa di un vuoto di memoria, non riusciamo a ricordare la password della posta elettronica e allora come possiamo fare per il recupero password Gmail ? Siamo costretti a perdere tutte le nostre e-mail e aprire un nuovo account, oppure possiamo procedere con il recupero password Gmail ? Ovviamente possiamo procedere con il recupero password Gmail , altrimenti non avremmo neanche preso in considerazione l’ idea di scrivere questa guida. Prima di iniziare, dobbiamo specificare che non potremo avere indietro la nostra password ma, grazie alle poche righe seguenti, potremo impostare una nuova password. Recupero password Gmail con una mail certificata in Google Per procedere con il recupero password Gmail , innanzitutto dobbiamo aprire la pagina di login di Gmail . Una volta aperta la schermata di login, bisogna inserire il proprio indirizzo e-mail all’ interno del campo corrispondente e cliccare su ” Avanti “. Nella schermata successiva, bisogna inserire una delle password che abbiamo utilizzato in passato, nel caso non avessimo utilizzato altre password in passato, oppure non ce ne ricordassimo nessuna, dobbiamo cliccare su ” Prova un altro metodo “. In questa schermata siamo giunti al passaggio per il recupero della password. Nel caso in cui, avessimo fornito a Google una e-mail alternativa per il recupero della password, la nostra e-mail alternativa ci verrà mostrata senza alcuni caratteri in modo da renderla riconoscibile solo a noi stessi. Cliccando su ” Invia “, il server di Google invierà un messaggio a quella e-mail contenente un collegamento per la creazione di una nuova password, basta cliccare sul link e seguire la procedura a display. Nel... leggi tutto
Le mie app installate su Android, come trovarle

Le mie app installate su Android, come trovarle

Android è il sistema operativo per smartphone più utilizzato, in quanto, ogni produttore di smartphone ( eccetto Apple che ha il suo sistema operativo proprietario, cioè iOS ), installa nei propri dispositivi questo sistema operativo. Andare a trovare le mie app installate su Android è un compito semplice, che può effettuare chiunque, anche chi è in assoluto digiuno da tecnologia ma che, comunque, ha la volontà di voler imparare cose nuove. A volte, può capitare di dover trovare un’ applicazione che abbiamo installato in passato e che adesso, per varie ragioni, non abbiamo più nel nostro dispositivo ( magari in seguito ad un Hard Reset o di una sostituzione dello smartphone ). In questa guida, andremo a scoprire come poter trovare le mie app installate su Android in passato. Per scoprire le mie app installate nello smartphone, ovviamente, basterebbe recarsi nella sezione delle app e scorrere la lista, ma c’ è un luogo dove è possibile ricavare molte più informazione per quello che riguarda le mie app installate su Android. Le mie app installate su Android Per avere tutte le informazioni riguardanti le mie app installate su Android dobbiamo recarsi nel Play Store di google, poi cliccare sulle 3 lineette in alto a sinistra e pigiare su ” Le mie app e i miei giochi “. Nella nuova schermata che si aprirà, avremo 3 sezioni: Aggiornamenti: In questa sezione troveremo tutte le applicazioni che necessitano di essere aggiornate. Tenere aggiornate le app è un’ operazione di vitale importanza affinchè venga preservata la funzionalità del dispositivo; Installate: In questa sezione troverò tutte le mie app installate nel dispositivo; Raccolta: In... leggi tutto
Huawei P30 avrà ben 4 fotocamere

Huawei P30 avrà ben 4 fotocamere

Huawei P30 uscirà nel corso del 2019 ma iniziano a circolare i primi rumors per quanto riguarda questo nuovo top di gamma dell’ azienda cinese. Huawei P30 verrà presentato, con molta probabilità, durante il Mobile World Congress, in programma dal 25 al 28 febbraio 2019 a Barcellona. Huawei P30 potrebbe avere 4 fotocamere ed uno zoom ottico da 10x, almeno questo è quello che ha lasciato intendere in un’ intervista ai tedeschi di AndroidPit, Walter Ji che, seppur non confermandolo ufficialmente, è stato al quanto sibillino sulla possibilità che la casa cinese, in risposta al competitor coreano Samsung ( con il nuovo Galaxy A9 che ha 4 fotocamere ma uno zoom ottico di solo 2x ), possa inserire all’ interno del comparto fotografico del nuovo Huawei P30, 4 fotocamere posteriori. L’ attuale top di gamma, il P20 Pro, ha 3 fotocamere Leica da 40 MegaPixel totali, mentre le specifiche tecniche del Galaxy A9, prevedono 4 fotocamere ( principale da 24 MP, profondità di campo da 5 MP, terzo sensore da 10 MP con zoom 2X e infine grandangolo da 8 MP ), resta da vedere se Huawei riuscirà ad inserire nel P30 le 4 fotocamere. A detta di Ji, l’ azienda cinese ci sta lavorando e presto si potranno avere molte soddisfazioni. Huawei P30 , il miglior comparto fotografico del 2019 Nel caso in cui Huawei dovesse riuscire ad inserire 4 fotocamere nel P30, probabilmente, questo smartphone sarà il numero uno del 2019 per quanto riguarda il comparto fotografico. Nella stessa intervista, Walter Ji, ha anche dichiarato che, l’ azienda cinese, presenterà un modello con schermo pieghevole che, a differenza... leggi tutto

Installare Fortnite su Android in pochi passaggi

Oggi, 27 settembre, dovrebbe uscire ufficialmente la sesta stagione di Fortnite, il famosissimo gioco online della software house Epic Games. In questa sesta stagione, ci saranno moltissime novità per quello che riguarda le personalizzazione dei personaggi e sicuramente si potranno gustare nuovissimi oggetti per portare a termine le missioni. Fino ad oggi Fortnite è stata un’ esclusiva per tutti i possessori di un pc ma non è possibile quindi installare Fortnite su Android ? Si, certo che è possibile ma la prima cosa da specificare è che, con molta probabilità, Epic Games non lo renderà mai disponibile nel Google Play, questo per non dare il 30% dei ricavi del gioco a Google. Installare Fortnite su Android, terminali disponibili Epic Games non ha rilasciato Fortnite su tutti i dispositivi Android ma per il momento sarà disponibile sui dispositivi Samsung di ultima generazione. Per poter scaricare ed installare Fortnite su Android bisogna recarsi nello store Galaxy della Samsung e cercare Fortnite. Questo gioco è disponibile sui seguenti dispositivi Samsung: Galaxy S7, Galaxy S7 Edge, Galaxy S8; Galaxy S8 Plus, Galaxy Note 8, Galaxy S9, Galaxy S9 Plus, Galaxy Note 9, Galaxy Tab S3 e Galaxy Tab S4. Ma quindi per gli utenti che non hanno un dispositivo Samsung non possono installare Fortnite su Android? Per i top di gamma che sono usciti ultimamente è possibile installare Fortnite su Android. Ora vedremo come: Installare Fortnite su Android sui dispositivi non Samsung Per installare Fortnite su Android nei dispositivi che non sono della Samsung bisogna recarsi direttamente sul sito di Epic Games, effettuare la registrazione gratuita per ottenere il link dal quale scaricare l’...

Fifa 19, la Champions League è la novità

Qualche giorno fa abbiamo diffuso la notizia che Pes 2019 non avrebbe avuto le licenze della Champions League ma, di certo, non potevamo sapere che le suddette licenze le avesse acquisite Fifa 19. Il famoso videogioco dell’ EA Sports avrà tutte le licenze della Champions League per la prossima stagione. Questa è stata la vera e propria “bomba” lanciata da Electronic Arts durante la propria conferenza stampa pre E3 2018. Ovviamente, oltre alla Champions League sarà presente anche la “sorella” più povera, ovverossia l’ Europa League. Fifa 19, la giocabilità rimarrà inalterata Uno dei punti dolenti di Fifa è stata senza dubbio e da sempre, la giocabilità e, purtroppo, in Fifa 19 non è stata migliorata a tal punto da poter dire di essere diventato un titolo facilmente giocabile. Il ritmo di gioco, nella demo provata all’ E3 2018 è rimasto pressochè invariato. Un’ altra nota molto dolente sono i dettagli. Alcuni giocatori, quelli più importanti come Neymar o Cristiano Ronaldo hanno raggiunto uno standard di definizione pari alla realtà, mentre altri, come ad esempio Higuain, sono rimasti identici alla versione del 2018. Sotto questo punto di vista ci saremmo sicuramente aspettati delle migliorie più decise. Durante la demo dell’ E3 2018, è stata provata una partita di Champions e, ovviamente è risultata essere ricca di loghi riconducibili alla UEFA e questo ne determina una somiglianza sicuramente accesa con  una partita di questa competizione gustabile in tv. Fifa 19, data d’ uscita e costo Fifa 19 uscirà ufficialmente nei negozi il 28 settembre 2018 ma si può già prenotare online o nelle catene di negozi della grande distribuzione.  Per...

Doom presentato all’ E3 2018 da Bethesda

Bethesda è un publisher sempre molto attivo per quanto riguarda le sorprese e, anche questa volta, ne ha in serbo di succulente durante l’ E3 2018 di Los Angeles. La software house del Maryland arriva a questo annuale appuntamento con la consapevolezza che i fans dei propri giochi si aspettano novità per quanto riguarda i sequel dei migliori giochi prodotti da Bethesda. Rumors di corridoio sembrano confermare che i videogiocatori non resteranno delusi dalla presentazione che andrà in onda l’ 11 giugno alle 3:30 di mattina ( ora italiana ). Magari sarà un po’ presto come orario ma la presentazione potrà essere seguita su internet anche qualche ora più tardi. Ma ora andiamo ad annunciare le novità che Bethesda presenterà: Doom, sarà la vera e propria novità Iniziamo questa nostra carrellata di giochi che verranno presentati in modo soft per chiudere poi, in modo più approfondito con Doom. Intanto dobbiamo premettere che alcuni franchise importanti non verranno presentati, niente The Evil Within, Dishonored e Wolfenstein, dunque. I giochi che sicuramente non mancheranno saranno la nuova IP Sci-Fi Starfield e in modo molto approfondito anche Rage 2. Non mancherà nemmeno il tanto atteso Fallout 76. Siamo arrivati ora al capitolo Doom che, come già annunciato a più riprese, verrà presentato durante lo showcase di Bethesda. Questo nuovo capitolo di Doom sarà disponibile per Playstation, Xbox, Pc e anche per Mobile. Il nuovo Doom non si differenzierà troppo dai propri predecessori e la grafica sarà sempre in prima persona, vedremo dunque, solo il fucile muoversi. I combattimenti corpo a corpo sono stati aggiornati ed ora sarà ancora può divertente far esplodere i mostri a...

Contattaci

5 + 7 =


Who.is , che cosa è e come funziona

In questo articolo proveremo a spiegare in parole semplici cos’ è Who.is e a cosa serve. Who.is è un sito grazie al quale è possibile scoprire parecchie informazioni di base riguardanti l’ intestatario di un sito internet che vogliamo analizzare. Who.is , quale informazioni ci può dare? Il servizio fornito da Who.is ci può fornire tantissime informazioni riguardanti i siti internet, il nome dell’ intestatario del dominio, la data della registrazione del dominio, la data della scadenza del dominio e la data dell’ ultimo aggiornamento del dominio ( ad esempio se è stato rinnovato ), lo status del server che ospita il dominio e poi può fornire dei dati personali di un referente dell’ azienda che è proprietaria del dominio, oltre all’ indirizzo ip del server che lo ospita. Molto spesso capita che vengano registrati domini con l’ opzione anonimato, cioè il dominio viene registrato dall’ hosting che fornisce lo spazio sul server che ospita il dominio. In questo modo, chi gestisce il dominio può rimanere completamente anonimo. Who.is , perchè questi dati possono esserci utili? Sapere tutti i dati di registrazione di un dominio può esserci utile in diverse occasioni che ora andremo a vedere. Acquisti online: Quando andiamo ad acquistare qualcosa online, da un sito che non conosciamo e che non abbiamo mai visitato, abbiamo il bisogno di avere qualche informazione riguardante l’ azienda che c’ è dietro e l’ analisi della proprietà del dominio è molto utile in tal senso. Ovviamente se un dominio è registrato in modo anonimo, è meglio evitare acquisti da quel determinato sito. Acquisto del dominio: Se dobbiamo acquistare il dominio da... leggi tutto